Il Convegno “L’incidenza sull’economia nazionale dell’infiltrazione criminale negli appalti pubblici” svoltosi il 28 settembre 2012 nell’Aula Magna del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma organizzato dall’Avv. Fabrizio Bruni, Consigliere Delegato al Progetto Appalti del Consiglio.

L’Associazione degli Avvocati Romani informa sull’iniziativa assunta dall’Avv. Fabrizio Bruni (Direttore del nostro Comitato Scientifico) il quale, nell’ambito dell’attività formativa del Consiglio dell’Ordine di Roma (vedi presentazione convegno) ed esattamente per il Progetto Appalti da lui coordinato, ha fortemente voluto ed organizzato il Convegno in questione (vedi presentazione Avv. Bruni e estratto intervista dott. Scarpinato), curando la segreteria scientifica dell’evento.

Dalle relazioni è emerso che oltre il 10% del P.I.L. nazionale viene disperso a causa delle infiltrazioni criminali nei lavori pubblici e, ancor di più, negli appalti di servizi e forniture (fenomeno più recente) nonché per i fenomeni corruttivi collegati alla criminalità organizzata o da essi dipendenti.

Il Dott. Roberto Scarpinato, Procuratore della Repubblica di Caltanissetta, nella sua relazione (vedi versione integrale), ha voluto evidenziare l’aspetto macroeconomico del fenomeno e l’inefficacia dell’azione di contrasto posta in essere dagli organi dello Stato per carenze di natura legislativa e mancato impiego delle risorse necessarie. Sia nella relazione che nell’intervista a fine convegno (vedi intervista integrale) il dottor Scarpinato ha illustrato la necessità di una modifica dell’applicazione dell’istituto della prescrizione e dell’introduzione del reato di auto riciclaggio.

Il Procuratore Antimafia Pierluigi Dell’Osso ha illustrato l’infiltrazione nel nord Italia, facendo rilevare come il fenomeno non sia nuovo, essendo presente già da decenni, pur essendosi acuito di recente per il maggior impiego di risorse pubbliche nella parte più sviluppata del Paese.

Il Consigliere Dr. Gallo, dell’A.V.C.P., ha illustrato (vedi relazione parte 1vedi relazione parte 2) l’attività dell’Autorità nel predisporre testi normativi, pareri e circolari organicamente tesi ad arginare l’ingresso delle imprese in “odor di mafia” (intendendosi tutte le varie organizzazioni presenti sul territorio) nelle gare d’appalto, con una relazione efficace e puntuale, oltre che molto utile per gli operatori del settore.

Nessun commento

Sorry, the comment form is closed at this time.