L’annullamento del regolamento del CNF sulle “specializzazioni”

L’Associazione degli Avvocati Romani pubblica una lettera aperta del Presidente:  Il TAR accoglie il nostro ricorso contro il regolamento sulle “specializzazioni” Carissimi Colleghi,?? Il T.A.R. di Roma ha accolto il ricorso proposto da tanti Colleghi, tra cui chi vi scrive, per l’annullamento del “regolamento per il riconoscimento del titolo di avvocato specialista” approvato dal CNF nella seduta amministrativa del 24.9.2010.  Il ricorso è stato predisposto dal nostro carissimo amico e Collega Antonino Galletti, noto amministrativista, ed il mandato a suo favore è stato sottoscritto nell’autunno del 2010 in occasione della riunione della maggioranza degli eletti romani al Congresso Nazionale Forense di Genova facenti capo al Consigliere Mauro Vaglio e agli altri Consiglieri dell’attuale opposizione nel Consiglio dell’Ordine di Roma. Ricorderete tutti l’esito di grande rinnovamento per l’Avvocatura costituito dalle mozioni approvate dal Congresso Nazionale Forense a cui hanno dato un contributo decisivo gli stessi Colleghi che hanno sottoscritto questo ricorso. Ricordo con grande piacere quell’incontro.  Questo straordinario successo, atteso da tantissimi Colleghi, a mio parere non è una vittoria “politica” contro un’altra parte che a noi pur si è contrapposta con fiumi di pagine non sempre condivisibili anche da un punto di vista deontologico oltre che per la mancanza di rispetto nei confronti della controparte. E’ una vittoria della democrazia e del diritto: della democrazia perchè stabilisce il principio che le regole devono essere rispettate da tutti e del diritto perchè annulla un provvedimento arbitrario ed abnorme.  La nostra lotta, che fa il paio con la grandissima battaglia contro la mediazione obbligatoria (si veda il sito www.associazionedegliavvocatiromani.it che mi onoro di rappresentare) a mio parere è espressione di un nuovo modo di intendere e concepire i nostri diritti ed i nostri doveri sia come Avvocati che come Cittadini e la nostra azione sarà sempre coerente con questa impostazione.  Si allega una copia della sentenza n. 5151/2011.  Per contributo di verità e chiarezza, senza commento alcuno, si allega anche una copia della delibera del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma del 14.10.2010 da leggersi da pagina 19 alla fine (link copiato dal sito dell’Ordine).  Un caro saluto.  Fabrizio Bruni

Nessun commento

Sorry, the comment form is closed at this time.