Mediazione – udienza TAR Roma del 9.3.2011 – Il Presidente informa

Ieri è stata discussa la causa promossa dall’O.U.A. innanzi la prima sezione del Tar Roma, nella quale è intervenuta la nostra associazione. L’evento è stato menzionato dai media i quali, ovviamente, non hanno fornito informazioni tecniche che, invece, molti Colleghi hanno richiesto al sottoscritto sia telefonicamente che personalmente innanzi il Tribunale Civile di Roma a Via Lepanto, dove l’Associazione sta operando la raccolta di firme proprio contro la mediazione obbligatoria e la cd. “rottamazione dei processi”. La causa è stata discussa alla presenza di tanti Avvocati ed il Collegio ha trattenuto la causa in decisione nel merito. Le ipotesi che molti hanno fatto sull’esito di tale decisione si possono riassumere nelle seguenti: 1- il Collegio può decidere di rimettere la causa alla Corte Costituzionale per la violazione degli articoli 77 e 24 della Costituzione in relazione agli artt. 5 e 16 del D. Lgs. 28/2010; 2- la causa può essere decisa con esito positivo per le tesi espresse dai ricorrenti ed il D.M. 180/2010 (il regolamento sulla mediazione) sarebbe annullato con esito dirompente sull’entrata in vigore della legge (al riguardo è necessario visionare le eccezioni formulate all’OUA e nel ricorso dell’Associazione degli Avvocati Romani-Agire e Informare presenti sul nostro sito in altro precedente articolo); 3- la causa può essere decisa con il rigetto dei ricorsi. L’Associazione degli Avvocati Romani sarà in prima linea nel seguire gli eventi e nell’informare i Colleghi e di certo non resterà passiva, partecipando alle iniziative che il nostro organo di rappresentanza politica, l’Organismo Unitario dell’Avvocatura, deciderà di intraprendere nel rispetto delle leggi, ma anche a tutela dei Colleghi e dei cittadini. Al riguardo, si chiede che i propri iscritti, ma anche tutti i Colleghi che leggeranno questo articolo, vorranno farsi promotori, nell’ambito della loro quotidiana attività professionale, di una ampia e corretta informativa in particolare nei confronti dei propri Clienti, ma anche di tutti gli altri cittadini. Avv. Fabrizio Bruni

Nessun commento

Sorry, the comment form is closed at this time.